Cercare casa senza agenzia: piccoli sacrifici per essere felici

cercare-casa-senza-agenzia

Non è facile cercare casa senza agenzia ma a volte è necessario.

Oggi si va a cercare casa senza agenzia, tanto per cambiare!

Spero per voi che la domenica abbia dato le sue soddisfazioni di carattere gastronomico. Mia madre mi ha accontentato cimentandosi in uno dei suoi piatti più riusciti: la pasta piena al forno.

Qui è la farcitura a farla da padrona: salsiccia, provola, uovo sodo e una montagna di polpette fritte – le ho contate e ne ho trovare la bellezza di 11 solo nel mio piatto. E come se non bastasse ho fatto il bis! Ah, la mamma è sempre la mamma!

Dopo un pasto pantagruelico è facile cedere alle lusinghe del sonno. E invece no, il mio cervello va controcorrente e ha deciso di mettersi a pensare. Ho avuto un incubo a occhi aperti. Ho pensato che presto dovrò rinunciare a siffatta bontà: stiamo per cambiare città.

Ebbene sì, stiamo di nuovo per traslocare.

E’ la quarta volta in un anno che ci troviamo a cercare casa senza agenzia. “Ormai ci abbiamo preso gusto”, verrebbe da pensare. Invece no, il trasloco è una delle cose più noiose del creato. Non ha importanza che sia il primo o il millesimo, la noia è direttamente proporzionale al numero di doppioni di chiavi prima fatte e poi restituite, ai saliscendi di pacchi e alle pulizie straordinarie.

Cercare casa senza agenzia ogni tanto regala gioie.

Stavolta, assieme alla casa, stiamo per cambiare città: stiamo per trasferirci a Padova. Non conosciamo nulla di questa città. Sappiamo solo che:

  • è una città universitaria a misura d’uomo, piccola ma non minuscola;
  • non è munita di aeroporto ma ne possiede un paio nelle immediate vicinanze;
  • è collocata nei pressi dei Colli Euganei e delle meravigliose città venete;
  • ma soprattutto è abbastanza pianeggiante da poter essere girata in bicicletta.

Ci trasferiamo perché quando ho sposato un medico sapevo che, tra la mia e la sua carriera, avrei sempre favorito la sua. Ma attenzione: che questo non suoni come una rinuncia da parte mia. Anche dopo il giro del mondo, che auspicavo mi aiutasse a trovare delle risposte, sono tornato a casa forse più confuso di prima. L’immediata ripresa di un nuovo lavoro – per fortuna! – non mi ha aiutato, anzi ha rinviato la mia scelta su cosa voglio fare della mia vita.

Tutti di corsa, ma per andare dove?

La verità è che facciamo, corriamo e scappiamo, per poi fermarci, guardarci indietro e scoprire che in realtà siamo rimasti fermi al palo. Il discorso è vero anche per me, sebbene solo parzialmente.

Col senno di poi sono tutti bravi ma la verità è che quando dobbiamo prendere delle decisioni importanti non esiste la sfera di cristallo. Ecco perché oggi non mi pento di alcuna delle scelte fatte, anzi. Sono convinto che ogni esperienza ha contribuito a portarmi dove sono.

A volte devo lottare per far capire le mie ragioni anche alle persone a me più vicine, i miei genitori per esempio e talvolta anche a Simona. Ricevo da parte loro sguardi comprensivi ma si intuisce che non ho fugato tutti i loro dubbi. Io invece sono convinto che tutto contribuisce a raggiungere quella che è la nostra consapevolezza interiore.

Aspettavo con ansia che Simona mi dicesse “preparati, andiamo a vivere in un’altra città”. Avevo voglia di cambiare aria, disperatamente. Ormai sono ossessionato dall’idea che il mondo sia troppo grande e che sia un peccato vivere in un solo luogo. E’ la maledizione del viaggiatore. Ma nella vita ci sono priorità e in questa vita la mia non è viaggiare, perlomeno non fino al raggiungimento di alcuni obiettivi.

Ci ho messo un bel po’ e probabilmente ancora ci vorrà, però mi sento finalmente di aver iniziato a muovere i giusti passi. Quale che sia la destinazione finale non mi è dato sapere. Tuttavia sono contento perché so già che, qualunque essa sia, ci sarà qualcuno ad accompagnarmi mano nella mano. E quel qualcuno è Simona.

Padova, preparati, stiamo arrivando!

E’ brutto cercare casa senza agenzia ma è un sacrificio necessario se si vuole avere nuovi stimoli. Nel frattempo stiamo accumulando punti karma e un giorno ne avremo bisogno.

Conoscere la verità regala all’uomo la giusta forza. Qualunque sia la verità.

0 Comments

Leave A Comment

Your email address will not be published.

Konnichiwa!

Siamo Matteo e Simona, una coppia di sposini che, ancora fresca di matrimonio, ha deciso di mollare tutto per coronare il sogno della propria vita: compiere il giro del mondo in un anno, zaino in spalla. Fu così che tutto ebbe inizio.

Iscriviti alla newsletter

Salomon su Amazon

Il nostro manifesto

Categorie

Dicono di noi

Seguici sui social