Cosa NON fare a Marrakech: consigli di sopravvivenza

Cosa non fare a Marrakech? 5 consigli per sopravvivere a una delle città più affascinanti e vivaci del Marocco.

Siamo sopravvissuti e siamo qui per dirvi cosa non fare a Marrakech. Niente paura, non c’è nulla di pericoloso. Marrakech è una città fantastica e la popolazione marocchina, presa a piccole dosi, è più piacevole di quanto si dica. Ciononostante in circa 24 ore abbiamo rischiato di non uscire dalla Medina, di perderci nel souk, di intossicarci in piazza Jemaa El Fna e di avvelenarci per davvero in un’anonima paninoteca. Indi per cui vogliamo aprirvi gli occhi. Speriamo possiate trovare utili questi consigli. Fatene tesoro!

Cosa non fare a Marrakech: (1) visitare la Medina.

La Medina di Marrakech altri non è che il centro storico. Vi siamo finiti nel mezzo per colpa di Google Maps, al quale avevamo affidato il compito di condurci al riad (abitazione tradizionale marocchina adibita ad albergo) dopo il viaggio da Merzouga a Marrakech. Non l’avessimo mai fatto. Non avevamo la più pallida idea di dove stavamo andando e confidavamo che lo sapesse la nostra guida. Ben presto abbiamo scoperto che ne sapeva meno di noi. Fatto sta che a un certo punto ci siamo trovati con un fuoristrada in mezzo a strade senza uscita. Attorno a noi l’andirivieni di moto con una, due e spesso tre persone in sella. Immediatamente siamo stati circondati da una miriade di ragazzi che, intuita la situazione, si sono proposti di guidarci a destinazione – ovviamente in cambio di soldi. Non è stato bello. Vi basti pensare che la stessa guida aveva messo la sicura agli sportelli. Ovviamente siamo certi che coi dovuti accorgimenti è possibile visitare la Medina uscendone inermi.

Cosa non fare a Marrakech: (2) entrare nel souk.

cosa non fare a marrakech souk

Nel souk di Marrakech non so se è più difficile non perdersi oppure resistere alla tentazione di comprare tutto

Chiariamo una cosa: il souk di Marrakech è una delle attrazioni più belle che la città abbia da offrire. Di fatto è un mercato. Ma non un mercato qualunque. E’ piuttosto un grande labirinto composto da una miriade di negozi, posti l’uno di fianco all’altro, attraversato da un sacco di viuzze più piccole. Bisogna fare attenzione: basta nulla per perdersi. Per questo vi consigliamo di procedere sempre in un senso. In questo modo, nella peggiore delle ipotesi, basterà tornare indietro per uscire all’aria aperta. Abbandonatevi invece al suo arcobaleno di colori e spezie, di profumi di incenso e di cuoio. Ammirate i fantastici sandali marocchini, le colorate vesti, il luccicante mobilio e gli oggetti d’arredo. Vi dico solo che Simona avrebbe voluto acquistare tutto. Per fortuna l’ho trattenuta. Purtroppo però non sono riuscito a impedirle di fare scorta di dolciumi. Che bontà!

Cosa non fare a Marrakech: (3) mangiare in piazza Jemaa el Fna.

cosa non fare a marrakech jemaa el fna

La sfida di Jemaa el Fna e i suoi 63 “stall”

La piazza di Jemaa el Fna è il cuore vibrante di Marrakech. Se il souk è il mercato generale, Jemaa el Fna è il mercato alimentare composto da ben 63 bancarelle (stall). Il momento topico è la sera, quando la piazza diventa teatro di artisti e incantatori di serpenti e le bancarelle iniziano a cucinare di tutto e di più. Più o meno offrono tutte la stessa cosa. E tutti proveranno a farvi sedere. Se non state attenti finirete gravitati al centro della bolgia. Avrei tanto voluto sedermi e assaggiare qualcosa. Ahimè, su consiglio degli stessi marocchini, ho dovuto evitare. Non solo il cibo è poco tradizionale ma c’è anche il serio rischio di incorrere in un’intossicazione alimentare. Qualche stall si salva, tuttavia individuarlo è come cercare un ago in un pagliaio. Ergo: in piazza Jemaa el Fna voi un giro fatevelo comunque. Se invece volete mangiare fatelo solo su consiglio di una persona di fiducia. Non ve ne pentirete.

Cosa non fare a Marrakech: (4) mangiare panini al pollo.

Avete presente il punto 3? Bene. Fino a quel punto ero stato furbo. Poi i morsi della fame mi hanno spinto a fare un errore madornale. Voglioso di fare un’esperienza gastronomica autentica ho cercato un luogo lontano dai turisti e frequentato solo ed esclusivamente da marocchini. Sono finito in un’anonima paninoteca. Primo errore. L’aspetto non era eccezionale. Ma che dovevo fare? Ormai ero dentro. Ordino da mangiare. E qui compio il secondo errore: ordino uno pseudo kebab con pollo e cipolla. Quale dei due sia stato il colpevole non saprei. Fatto sta che ho beccato un’intossicazione alimentare di quelle potenti. Per fortuna il giorno dopo l’avrei smaltita in volo verso la Francia, in un modo o nell’altro…

Cosa non fare a Marrakech: (5) fotografare le persone.

E’ uno scherzo? Niente affatto. Non vi sto dicendo che fotografare le persone è reato. C’è però un inconveniente: la mancia. Ogni volta che ho provato a prendere in mano la fotocamera ho visto i marocchini assumere un atteggiamento stranamente compiacente. La cosa mi ha insospettito. Finché ho assistito alla scena di un fotografo più sfortunato di me. Comparire in foto è per loro la scusa per spillare quattrini al malcapitato. Una sorta di tassa sul diritto d’autore. Non che abbiano tutti i torti, eh!

Insomma, cosa non fare a Marrakech? A mio avviso bisogna fare tutto! Anzi, di più. Fate tesoro di questi consigli e anche la temibile Marrakech sarà mansueta come un agnellino.

Secondo voi cosa non fare a Marrakech? Avete sperimentato anche voi la nostra stessa situazione?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>