Itinerario nel Lake District: laghi a più non posso (ma non solo)

Ecco il nostro itinerario nel Lake District, tra laghi immensi e piccoli villaggi.

Il nostro itinerario nel Lake District è stato impegnativo assai. Il Lake District è un parco nazionale, un’immensa area naturale che da sola costituisce quasi l’intera regione del Cumbria, a Nord-Ovest dell’Inghilterra. Come suggerisce il nome quest’area è zeppa di cerchi d’acqua. Avremmo scoperto a nostre spese, da viaggiatori di primo pelo, che la regione è anche famosa per vento, pioggia e strade a mezza corsia.

Che facciamo? Un itinerario da paura!

itinerario nel lake district mappa

Se non è questo un itinerario da paura!

La nostra prima avventura da viaggiatori wannabe iniziava con un itinerario da paura. Non perché facesse paura in sé, quanto piuttosto perché in alcuni tratti ci ha messo addosso una fifa clamorosa – avete presente quando ci si perde nel mezzo del nulla? Tutto è iniziato il giorno in cui, volendo dare un senso alla nostra permanenza in terra anglosassone – Matteo a Sheffield e Simona a Oxford – abbiamo deciso di visitare l’Inghilterra in lungo e in largo. Queste erano nostre intenzioni, perlomeno sulla carta. Tuttavia non pochi ostacoli si sarebbero frapposti sul nostro cammino.

Treno e autobus ci erano avversi.

 

itinerario nel lake district bolide

Tutti ai posti di partenza. Si parte!

L’itinerario nel Lake District che abbiamo costruito ci ha subito messo di fronte a una dura scelta logistica. A piedi di certo non avremmo potuto percorrerlo. Il treno sarebbe costato troppo, mentre gli autobus non avevano orari conciliabili. Depennato anche il trasporto pubblico non era rimasta che l’auto. Ok, sembra facile. Se non fosse che in Inghilterra vige la guida a sinistra. Guidare a sinistra? Panico! Pensate: ho usato la mano destra per muovere il cambio, trovandomi contro il finestrino. Per non parlare di come allacciare la cintura… Ma come si dice? L’uomo fa di necessità virtù: se il nostro itinerario nel Lake District voleva essere entusiasmante avremmo fatto in modo che così fosse. Anche a costo di guidare a sinistra!

Partenza col botto: 300 miglia in sole 24 ore.

itinerario nel lake district kendal

Quel che (non) rimane del Castello di Kendal

Il tempo è prezioso, soprattutto quando il lavoro ti concede solo un misero weekend (sabato e domenica) per viaggiare. Per questo il nostro itinerario nel Lake District è stato piuttosto serrato. Siamo partiti da Sheffield, nelle Midlands inglesi – non proprio dietro l’angolo – dove abbiamo noleggiato un’autovettura. Dopo due ore abbondanti di strada siamo giunti a Kendal. La piccola cittadina, collocata all’ingresso del Cumbria, ha aspetto tipicamente inglese. Vale la pena visitarla per chi non ha idea di cosa significhi “tipicamente inglese”. Per tutti gli altri può limitarsi a essere una meta di passaggio. Più interessante è stato invece visitare il Kendal Castle. Non è un castello, bensì una montagna di ruderi, traccia di una roccaforte costruita su un altopiano. Se però la costruzione ha poco da mostrare è il panorama che si vede dall’alto a lasciare stupefatti. Da qui è possibile ammirare l’immenso verde che circonda le rovine e godere di una panoramica a 360 gradi sulla cittadina.

itinerario nel lake district kendal-castle

Vista panoramica sul Kendal

Verso il lago di Windermere. Ma prima birra!

Eravamo in Inghilterra, nel bel mezzo del nulla. Eppure la birra non mancava neanche lì. Fortuna volle che proprio il giorno del nostro passaggio ci fosse il Beer Summer Festival della Hawkshead Brewery. Una ghiotta occasione per fare sosta, conoscere qualche pischello – il più giovane avventore aveva 60 anni – e bere qualcosa prima di ritornare sulla strada.

A Windermere la cocente delusione.

Leggendo  qualcosa su Windermere ci eravamo immaginati un luogo sperduto, magicamente romantico. E invece ci siamo trovati di fronte una caterva di turisti e selfie stick. Non ci siamo fatti abbattere dallo scenario di turismo di massa e ci siamo avventurati alla ricerca di un angolo più discreto tutto per noi. Ci abbiamo provato prima a piedi, fallendo inesorabilmente. Poi con la macchina, questa volta andando a buon fine. Scopriamo un piccolo percorso che conduce direttamente sul lago. Questo è quello che ci siamo trovati davanti.

itinerario nel lake district windermere

Un angolino romantico tutto per noi ❤

Andiamo dal fratello di Stonehenge.

Sapevate che nel bel mezzo del Lake District esiste un cerchio di pietra? E’ (più o meno) identico al famoso Stonehenge, con la differenza che qui i monoliti hanno accusato di più i segni del tempo. Il suo nome più diffuso è Castlerigg Stone Circle, mentre in Inghilterra lo chiamano anche Keswick Carles – Keswick è il villaggio presso il quale si trova – o Druid’s Circle.

itinerario nel lake district castlerigg

Il Castlerigg Stone Circle: una sorta di magia avvolge questo luogo

Pare sia l’ultima traccia rimasta di un sito megalitico risalente al periodo compreso tra il tardo Neolitico e l’inizio dell’Età del Bronzo.Trovarlo non è stato facile. A dire la verità avremmo potuto comodamente parcheggiarvi di fronte. Ma noi, cuor di leone, ci siamo avventurati nell’outback inglese, desiderosi di un’escursione.

Tutto molto bello. Peccato che non fossimo preparati al (mal)tempo inglese.

Purtroppo non è andata come ci aspettavamo. Il tempo di metterci in cammino e inizia a piovere. La pioggia è sottile ma copiosa e, assieme a nebbia e umidità, si attacca sulla pelle. Noi siamo totalmente sprovvisti di impermeabili e diventiamo zuppi in un battibaleno. A ogni modo siamo giunti a destinazione. Sarà stata l’avventura, sarà stato il meteo poco accattivante, fatto sta che a me il Castlerigg Stone Circle è piaciuto più di Stonehenge.

E’ tardi ma non è ancora tempo di rientrare alla base.

Ci mettiamo nuovamente in marcia, direzione Coniston. Al pari di Kendal questo tranquillo villaggio sembra il luogo ideale per trascorrerci la pensione. Una leggera deviazione ci consentirà invece di ammirare la bellezza naturale del Tarn Hows, il lago che fa da sentinella al villaggio. Un piccolo molo ci porta in mezzo alle sue placide acque. Attorno a noi il vento fresco. Ci concediamo 10 minuti di relax nel silenzio assoluto. 10 minuti che hanno il sapore di altri tempi, quando la vita era calma e compassata e la frenesia perfetta sconosciuta.  A quel punto avremmo compiuto una deviazione clamorosa per raggiungere l’alloggio. La località interessata si chiama Burrow-in-Furness e si trova nella parte meridionale del Cumbria, al di fuori del nostro itinerario nel Lake District. Era però l’unica soluzione relativamente vicina e a portata delle nostre tasche. Cosa non si farebbe per risparmiare!

Il giorno dopo prosegue la caccia di laghi: prima Borrowdale…

itinerario nel lake district borrowdale strada

Una delle valli più suggestive dell’intera Gran Bretagna

Il giorno dopo ci svegliamo carichi, galvanizzati dalla nostra prima vera English Breakfast: salsiccia, bacon, funghi fritti, pane fritto, pomodoro piastrato, uovo all’occhio di bue e fagioli. Una botta di vita! A quel punto, pieni come un uovo sodo e prontissimi per andare nuovamente a dormire, riprendiamo il nostro itinerario nel Lake District. Il pernottamento assume un senso quando raggiungiamo Borrowdale, una delle più belle e suggestive valli dell’intera Gran Bretagna. Guardare per credere.

itinerario nel lake district borrowdale

Borrowdale: il luogo dove si incontrano laghi, cielo e terra

… e poi Derwent Water.

Superando Borrowdale abbiamo raggiunto un altro lago, l’ultimo del nostro itinerario nel Lake District: il suo nome è Derwernt Water. Si trova dal capo opposto di Keswick, visitata il giorno prima. Qui ci siamo concessi una defaticante passeggiata, raggiungendo il punto panoramico sulla baia di Calfclose nel quale si trova la Millennium Stone. Trattasi di un macigno realizzato nel 1995 per celebrare il primo centenario del National Trust nel Lake District e realizzato con lava vulcanica. Il macigno si presenta spaccato perfettamente in due, mostrando una sorta di labirinto al suo interno.

itinerario nel lake district millennium stone

Secondo voi cosa rappresenta: un labirinto o un cervello?

Con un itinerario nel Lake District del genere c’è da mettersi le mani nei capelli. Però ne è valsa la pena: nell’arco di una sola giornata ci siamo regalati una quantità di laghi memorabile. E non solo.

Vi è piaciuto il nostro itinerario nel Lake District? Avete visitato anche voi qualcuna delle località menzionate?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>