Noleggio auto USA: 7 consigli per risparmiare

Ecco i segreti per un noleggio auto USA a prova di budget: dove, come, con quale compagnia e a quali condizioni prenotare.

Abbiamo portato a termine con nostro successo il nostro viaggio on the road e siamo pronti a darvi qualche consiglio sul noleggio auto USA low-cost. Se avete letto il nostro diario di viaggio dedicato a Philadelphia vi saranno chiare le ragioni che ci hanno spinto alla soluzione noleggio. Il noleggio auto USA è già di per sé una scelta economica rispetto a qualunque altro mezzo di locomozione, sia esso pubblico o privato (ciclomotori a parte). In questo articolo vi sveleremo come rendere il noleggio auto USA ancora più sostanzioso in 7 semplici consigli. Siete pronti a risparmiare? Seguitemi!

1) Noleggio auto USA low-cost: dove ritirare e consegnare.

L’idea prevalente è che il noleggio in città sia più economico di quello in aeroporto – quest’ultimo prevede una tassa aggiuntiva. Sulla scorta della nostra esperienza vi diciamo che non è necessariamente vero. Noi abbiamo pagato di meno consegnando in aeroporto nonostante il costo dei mezzi necessari a raggiungerlo. A ogni modo potete fare tutti i conti che volete ma il segreto per risparmiare davvero è noleggiare la macchina in una città poco turistica. In questo modo potrete beneficiare di prezzi molto più economici. Nel nostro caso è bastato spostarci da New York City a Philadelphia per pagare meno della metà del costo a parità di condizioni.

Dovete inoltre considerare la drop-off fee, ovvero il costo di consegna dell’auto in una località diversa da quella di ritiro – obbligatorio se pensate di fare un coast-to-coast. Sappiate però che California e Nevada non applicano alcuna tassa (a eccezione dei mesi estivi).

2) Noleggio auto USA low cost: i documenti.

Per il noleggio auto USA occorrono solo due documenti: la patente di guida e la carta di credito. Come patente basta quella italiana ma per ogni evenienza – vi potrebbe essere richiesta dalla polizia – vi consigliamo anche di richiedere la patente internazionale. L’importante è avere almeno 25 anni per non pagare alcun sovrapprezzo. Non è invece sempre necessario il documento di riconoscimento, ma considerando che starete viaggiando col passaporto siete già a posto.

Per quanto riguarda la carta di credito la questione è più complessa. Negli USA la carta prepagata e la carta di debito non sono accettate se non presso gli esercizi più moderni. Nel nostro caso la carta di credito è stata quasi sempre obbligatoria per l’acquisto del carburante presso le stazioni. In ogni caso le agenzie di noleggio auto USA accettano esclusivamente carta di credito. Qualunque carta di credito va bene ma conditio sine qua non affinché venga accettata è che il nominativo impresso sulla stessa sia quello del guidatore principale. In alcuni casi vi sarà richiesta una somma a titolo cauzionale, ma in generale si tratta solo di un’autorizzazione a prelevare denaro per le spese non coperte dall’assicurazione, senza che venga sottratto alcunché. In ogni caso vi conviene disporre di un consistente saldo disponibile, visto che si potrebbe arrivare a numeri a 4 cifre.

3) Noleggio auto USA low-cost: la giusta compagnia.

Potete scegliere quasi tutte le compagnie di autonoleggio esistenti in Europa (Hertz, Avis, EuropCar, Enterprise) oltre a quelle particolarmente incentrate sul Nord America, come Alamo. Noi abbiamo optato proprio per quest’ultima, il perché è presto detto: Alamo ha il miglior rapporto qualità prezzo. Oltre a possedere la quotazione più economica, dispone del vantaggio non indifferente di una distribuzione capillare sul territorio USA. Non solo. Molto importanti sono i servizi inclusi nel prezzo, ovvero guidatore aggiuntivo (per altre compagnie è gratuito solo se si tratta di coniuge) e polizza assicurativa con copertura totale (le altre compagnie prevedono un massimale) comprensiva di furto e incendio e di danni non dovuti alla propria responsabilità. Per sincerarvi della copertura dovete prestare attenzione alle sigle Collision Damage Waiver (CDW) o Liability Damage Waiver (LDW).

4) Noleggio auto USA low-cost: il tipo di vettura.

Per qualsiasi compagnia di noleggio auto USA potete scegliere la “taglia” della vettura che intendete noleggiare. Ci sono le compatte, economiche ma poco adatte ai lunghi viaggi; poi ci sono le intermedie, solitamente berlina; infine le vetture più capienti, in particolare le Station Wagon e i SUV. Voi quale dovete scegliere? Facile: la più piccola! Oltre a essere la più economica è quasi certo che negli Stati Uniti, al momento del ritiro, vi verrà data una vettura più grande senza alcun costo aggiuntivo. In questo modo prenderete due piccioni con una fava. Abbiate però cura di assicurarvi che il chilometraggio sia illimitato. In caso contrario, qualora doveste sforare, preparatevi al salasso.

5) Noleggio auto USA low-cost: la prenotazione online.

Mi limito alla mia esperienza di noleggio auto USA con Alamo e la risposta è sì. Vi spiego subito perché. Su internet potete scegliere i servizi Alamo USA, Messico, Europa. Ogni sito internet vi offre condizioni e prezzi diversi. Nel nostro caso i migliori erano quello Europeo e quello Statunitense. Il primo consentiva, previa registrazione, di beneficiare di uno sconto sul prezzo complessivo pari al 5% e di un ulteriore 5% in caso di pagamento anticipato; il secondo invece includeva nel prezzo l’assicurazione totale. Alla fine abbiamo optato per il sito Statunitense. Ma su internet non abbiamo pagato, abbiamo solo prenotato. Abbiamo invece pagato molto più in là, al momento della restituzione dell’autoveicolo a Los Angeles. E volete sapere il bello? Abbiamo pagato molto meno di quanto indicato al momento della prenotazione online. Per questo vi sconsigliamo di pagare in anticipo.

6) Noleggio auto USA low-cost: il carburante.

Partiamo dal presupposto che qualunque scelta facciate cascherete in piedi. Il bello di guidare negli Stati Uniti è che il carburante costa molto meno rispetto all’Italia. Stiamo parlando di qualcosa come 2 dollari a gallone, dove un gallone corrisponde a quasi 4 litri… Potete risparmiare ulteriormente cercando la stazione più economica. Se come me non riusciste a installare sul vostro smartphone la app chiamata GasBuddy esiste un’alternativa altrettanto efficace: l’onnipresente Google Maps. Vi basterà cercare “gas station” nella vostra area per scoprire il distributore più economico. Nell’ambito dello stesso noleggio abbiamo avuto due macchine (Chevrolet LT e Hyundai Accent) e con nostra sorpresa “avevano sete”, visto che hanno ciupato un sacco di benzina di quanto credessimo. Probabilmente altre vetture o motori diesel vi farebbero risparmiare qualcosa.

7) Noleggio auto USA low-cost: i pedaggi.

Prima di iniziare il nostro viaggio vivevamo nel terrore di dover lasciare il sangue sulle enormi highway (autostrade) Statunitensi. Oggi che il viaggio è alle spalle possiamo tranquillamente dirvi che tali timori erano infondati. Negli USA i pedaggi autostradali praticamente non esistono. In circa 6.000 miglia abbiamo pagato solo una volta in Pennsylvania. I pedaggi in realtà esistono ma è facile evitarli. Vi basterà andare su Google Maps e tra le impostazioni spuntare la voce “evita pedaggi” (‘avoid tolls’). Il peggio che potrà capitarvi sarà di allungare il tragitto. A noi è successo ma ne è valsa la pena: anziché sorbirci la noiosa autostrada ci siamo goduti il fascino della campagna.

noleggio auto usa cambio

Per gli amanti dei numeri, una chicca prima di concludere.

Volete sapere quante miglia abbiamo percorso? Con la prima macchina – l’abbiamo sostituita a Las Vegas a causa di una perdita d’aria da uno pneumatico – abbiamo percorso 5.674 miglia; con la seconda 987, per un totale di 6.661 miglia. L’equivalente di nientepopodimenoche 10.720 km (pari a 335 km al giorno)!

Avete capito come fare? Adesso avete in tasca tutti i segreti per un noleggio auto USA a prova di portafogli. Preparate i bagagli e partire: viaggiare negli USA on the road è un’esperienza fantastica. Da parte mia non mi resta che augurarvi buon viaggio.

Non chiedo ricchezze, né speranze, né amore, né un amico che mi comprenda; tutto quello che chiedo è il cielo sopra di me e una strada ai miei piedi.

(Robert Louis Stevenson)

Anche voi avete viaggiato on the road negli USA? Condividete con noi la vostra esperienza!