Viaggio sulla strada: dalla Pennsylvania all’Illinois

Proseguiva il viaggio sulla strada negli USA. Da Pittsburgh a Chicago, ecco com’è andata.

Prosegue il nostro viaggio sulla strada negli Stati Uniti. Dopo il viaggio in Pennsylvania è la volta di Cleveland, nello stato dell’Ohio, il quarto da quando abbiamo iniziato il viaggio on the road negli USA. Per attraversare la Pennsylvania abbiamo gentilmente chiesto a Google Maps di non farci pagare pedaggi e lui, per tutta risposta, ci ha fatto deviare in mezzo alla campagna. Abbiamo allungato un po’ ma ne è valsa la pena. Oltre a evitare la monotonia del panorama autostradale ci siamo imbattuti in un mercato ortofrutticolo fuori dal comune. La sua specialità sono le zucche e qui è esposta a mo’ di trofeo la terza classificata per peso (1199 libbre, pari a 543 kg!) al concorso per zucche giganti.

viaggio sulla strada zucca

1199 libbre, ovvero 543 kg di peso. Non è la zucca di Cenerentola ma poco ci manca!

Una volta entrati in Ohio non abbiamo puntato direttamente a Cleveland. Prima abbiamo fatto una leggera deviazione nel nostro primo Parco Naturale degli Stati Uniti: il Cuyahoga Valley National Park, chiamato come il fiume che lo attraversa. Abbiamo visitato il lago chiamata Kendall Lake e compiuto un breve trail per circumnavigarlo. Nel mezzo esiste una sorta di piccolo molo da cui è possibile godere di una visuale a 360 gradi dell’area circostante.

viaggio sulla strada cuyahoga

Il Kendall Lake all’interno del Cuyahoga National Park, Ohio, USA

Proseguendo all’interno del Parco Nazionale abbiamo raggiunto le Brandywine Falls (cascate). Le cascate in sé e per sé non sono eccezionali, però il trail che le riguarda si è rivelato estremamente piacevole, alternando foresta e rivoli d’acqua.

viaggio sulla strada brandywine falls

Gli “ometti” di pietre sono costruiti dagli escursionisti per segnalare passaggi non particolarmente fuori dal tracciato

Cleveland: la città risorta dalle sue ceneri.

In Ohio la nostra destinazione è Cleveland, città che possiede una considerevole percentuale di cittadini originari dell’America Latina. Altra cosa per cui Cleveland è famosa è la produzione di mele, molte delle quali vengono trasformate in sidro. A dire la verità, nonostante l’attuale aspetto tutto rose e fiori, la città ha un passato oscuro e ne sta solo recentemente uscendo fuori. A quanto pare, in passato il livello di inquinamento era tale che il fiume cittadino è andato in fiamme.

Oggi Cleveland sta vivendo una nuova primavera. Innanzitutto sul fronte sportivo vanta importanti squadre di basket e football. Ma anche in ambito teatrale se la cava bene, visto che qui trova sede il Rock’n’Roll Hall of Fame e il quartiere teatrale Playhouse Square, il più grande degli USA dopo New York. A Cleveland si trova anche uno dei più antichi mercati cittadini, il West Side Market, una gemma della gastronomia locale in grado di vantare una expertise di oltre 100 anni (1912).

Consigliati da un onnisciente Internet abbiamo visitato il cimitero cittadino prima e il Garfield Monument dopo. Il primo sembrava essere particolarmente interessante per la presenza di numerose sculture, di cui però non abbiamo trovato traccia. Il secondo si trova all’interno dello stesso cimitero – che è enorme – ed è il monumento che contiene le spoglie dell’omonimo 20esimo Presidente degli USA.

Dalla downtown (centro città) abbiamo raggiunto la più limitrofa Lakewood, area che affaccia sul lago Erie e che separa gli USA dal Canada. Ci siamo trovati in un luogo magico: alle nostre spalle le luci del Museo di Arte Contemporanea di Cleveland, di fronte a noi le luci naturali del giorno che si tuffa oltre l’orizzonte.

viaggio sulla strada cleveland lakewood

In mezzo noi, abbracciati, felici di essere assieme in un angolo del mondo a noi precedentemente sconosciuto. Il lago è enorme e durante l’inverno ghiaccia. Le cronache metropolitane raccontano che qualcuno ha provato a raggiungere il Canada attraversando il lago e che sia sopravvissuto per raccontarlo.

viaggio sulla strada cleveland amici

Io e Simona con Juan Carlos (Couchsurfing) e Chris (Butcher & The Brewer)

E’ giunta l’ora di salutare l’Ohio: il Michigan ci attende.

Ancora in viaggio sulla strada. Altro giorno, altro Stato. Superato il confine dell’Ohio siamo entrati nel quinto stato degli USA: il Michigan. E’ stata una lunga giornata in macchina prima di raggiungere Holland, incantevole e minuscola cittadina immersa nel verde. Holland tradisce origini olandesi già nel nome: fu fondata da olandesi, e gli olandesi tuttora la abitano. C siamo innamorati di Holland perche’ affaccia direttamente sul Lago Michigan, uno dei cinque Grandi Laghi del Nord America.

Holland ci è entrata nel cuore.

A Holland abbiamo assistito al nostro primo vero tramonto da quando è iniziato il nostro viaggio sulla strada negli Stati Uniti. Io e Simona ci siamo guardati negli occhi e tanto è bastato per capire che quel luogo era speciale. Ci siamo presi per mano e abbiamo iniziato a camminare sul molo, finché tra di noi non è subentrato un terzo incomodo: il freddo gelido che soffiava da oriente. Brrr! Romanticismo quanto volete, ma il freddo e i baci col naso li lasciamo volentieri agli Eschimesi. Per fortuna è venuto in nostro soccorso Mike, un omone bello grosso che per dimensioni potrebbe giocarsela con l’omino Michelin. Ci ha ospitati tramite Couchsurfing ed è stato proprio lui ad accompagnarci sul lago. Dicevo che ci è venuto in soccorso perché ha tirato fuori dalla macchina la coperta più calda mai provata.

viaggio sulla strada holland

Il primo tramonto non si scorda mai ❤

Non so dirvi cosa abbia reso quel momento così speciale. Il lago, per quanto grande, non ha il fascino del mare. Eppure quell’enorme massa d’acqua e soprattutto quel meraviglioso tramonto infuocato alle spalle mi ha trasmesso un’emozione forte. E’ per questo che con Simona ci siamo ripromessi che, qualora fosse possibile, torneremo a visitare il lago Michigan, questa volta circumnavigandolo per intero. Grazie Mike per lo splendido regalo!

viaggio sulla strada mike

Siamo alla fine del nostro viaggio sulla strada: avvistata Chicago.

L’indomani abbiamo lasciato Cleveland in direzione Chicago, salutando il Michigan ma non il suo lago, che abbiamo costeggiato. Nel frattempo siamo arrivati nello stato dell’Indiana. Lungo la strada abbiamo fatto tappa prima all’Indiana Dunes National Lakeshore (una spiaggia con particolari dune di sabbia) e poi a Gary, città in cui è presente il Marquette Park.

viaggio sulla strada indiana dunes national lakeshore

Anche qui c’è una spiaggia, da dove per la prima volta, seppur da mooolto lontano, abbiamo visto Chicago. L’avremmo raggiunta qualche ora dopo, attraversando il confine tra Indiana e Illinois.

Si conclude in questo modo il nostro viaggio verso l’Illinois. O forse è meglio dire che stava per iniziare. Chicago ci stava aspettando, pronta a regalarci una delle più belle esperienze di tutto il viaggio sulla strada.

Anche voi avete visitato i posti menzionati? Raccontateci la vostra esperienza!