An error has occurred

Visitare Stonehenge: ne vale davvero la pena? - SimuMatti

Visitare Stonehenge: ne vale davvero la pena?

Visitare Stonehenge, sì o no? Ecco cosa vi attende tra mistero, realtà e turismo di massa.

Il post di oggi inizia con una domanda un po’ provocatoria: secondo voi vale la pena visitare Stonehenge? Vi lasciamo il tempo di pensarci e nel frattempo argomentiamo la nostra risposta. Innanzitutto di cosa stiamo parlando? Stonehenge (ovvero ‘pietra sospesa’) è probabilmente il più famoso complesso di megaliti esistente al mondo. Lo trovate in Inghilterra, nella piana di Salisbury. In parole povere è un cerchio composto da enormi pietre. Una sorta di stargate primordiale, simile a quello del Lake District – ma di aspetto molto migliore. La cosa strana è che non si sa da dove provengano quelle pietre, visto che non sono tipiche della zona.

Visitare Stonehenge: il mistero della pietra azzurra.

visitare stonehenge cerchio pietre

Bisogna ammettere che per essere un ammasso di pietre Stonehenge ha un certo fascino

Sono tantissime le stranezze che hanno contribuito alla fama di Stonehenge. La prima riguarda la provenienza delle pietre. Quelle più grosse pare provengano da circa 30 km di distanza e si ipotizza che possano essere state trasportate su slitte di legno. La cosa che rende poco credibile tale ipotesi è il peso delle megaliti, ciascuna delle quali pesa all’incirca 50 tonnellate. Più “facile” sarebbe stato il trasporto delle blue stones – così chiamate per via dei riflessi bluastri – che costituiscono invece il cerchio interno. Queste potrebbero provenire da una cava sita nelle Prescelly Mountains, in Galles, a 200 km di distanza.

Visitare Stonehenge: un luogo sul quale le teorie si sprecano

Altro mistero: chi ha messo quelle pietre lì e soprattutto perché? Per rispondere a queste domande esistenziali si sono scervellati in tanti e numerose teorie sono venute fuori. C’è chi dice possa essere un cimitero per personaggi importanti. C’è chi ritiene fosse un luogo religioso frequentato dai druidi (sacerdoti celtici), ignorando che gli stessi celebravano i riti all’interno delle foreste. Addirittura, a tal proposito, si dice – ma qui si rasenta la leggenda – che Stonehenge sia frutto di una magia adoperata da Mago Merlino. Esatto, Merlino: quello di Re Artù, ultimo erede della stirpe dei druidi. Ma Stonehenge potrebbe anche essere un primitivo calcolatore astrale. I 30 triliti (composizione di tre pietre a mo’ di porta), costituirebbero i 30 giorni del mese, attraverso i quali prevedere le eclissi lunari e solari. A oggi la teoria più gettonata è quella che vede Stonehenge come un monumento per prevedere le date di solstizio ed equinozio. Una parziale conferma deriverebbe dal fatto che, durante il solstizio d’estate, la luce del sole illumina effettivamente il monolite centrale. Chissà…

Visitare Stonehenge: secondo noi è…

Un post condiviso da SimuMatti (@simumatti) in data:


Durante la nostra visita – ahimè – non siamo riusciti a svelare il mistero nascosto in queste antiche pietre. Abbiamo però avuto modo di scoprire qualcosa che ignoravamo completamente. Prima di tutto – ALLERTA SPOILER – Stonehenge si trova a ridosso della strada statale. No, non sto scherzando. Anche noi, per come ce l’avevano descritta, la immaginavamo distante anni luce da ogni forma di vita. E invece no: a pochi metri di distanza scorrono le autovetture  – molte delle quali ci hanno persino strombazzato.

Altro dettaglio molto importante: solo il 21 Giugno (solstizio d’estate) e il 21 Dicembre (solstizio d’inverno) potrete entrare all’interno del cerchio di pietra. In tutti gli altri giorni vi sarà precluso e dovrete accontentarvi di ammirare le pietre da lontano. Ah, prima che mi dimentichi: considerate che Stonehenge non è l’oasi di pace che appare nelle fotografie. Oggi Stonehenge è una meta turistica molto gettonata. Per ritagliarci un momento di magia ci siamo messi da parte, sull’erba, dove abbiamo atteso il tramonto attraverso le pietre. Ecco, per quello sì che vale la pena visitare stonehenge.

Visitare Stonehenge potrebbe essere molto diverso da come ve lo eravate immaginati. Ciò non toglie che potrebbe valerne la pena. Con qualche accorgimento rimane un’esperienza mistica.

Anche voi sognate di visitare Stonehenge? Oppure ci siete già stati? Cosa ne pensate?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>